Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password: Ricordami
Benvenuti sul nostro forum

Di a Belvot.com chi sei, cosa ti piace e perché sei diventato un membro di questo forum.
Diamo il benvenuto a tutti i nuovi iscritti e speriamo di vederti in giro!

ARGOMENTO: OGM-BAYER-REGIONE TOSCANA RIFLETTETE

OGM-BAYER-REGIONE TOSCANA RIFLETTETE 11 Mesi 2 Giorni fa #1146

  • belvotte
  • Avatar di belvotte
  • Offline
  • Amministratore
  • Messaggi: 189
  • Ringraziamenti ricevuti 2
  • Karma: 0
E' notizia di questi giorni che quattro ricercatori italiani scagionano il transgenico iincrociando i dati di oltre 6.000 articoli scientifici. Quattro ricercatori dell’Università e della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa.

MA SE IO PRENDO 6.000 ARTICOLI CHE PARLANO MALE DI QUALCUNO E LI METTO A CONFRONTO, COSA NE ESCE FUORI SECONDO VOI STATISTICAMENTE E SCIENTIFICAMENTE PARLANDO?

Forse non tutti sanno che lo stabilimento Bayer è inserito in un vero e proprio distretto chimico, farmaceutico, biotecnologico e biomedicale con la presenza nei comuni di Siena e di Sovicille e nel 2005 per iniziativa delle istituzioni locali, della regione Toscana, della Fondazione e della Banca Mps e delle università di Firenze, Pisa e Siena, della Scuola normale superiore e della Scuola superiore Sant'Anna di Pisa, è stata costituita la Fondazione Toscana Life Sciences con lo scopo di promuovere la ricerca e le biotecnologie in Toscana, nonché la nascita di nuove imprese nel settore biomedicale e delle nuove tecnologie.
A luglio 2013 è stata annunciata la firma di un decreto che proibisce uno dei più diffusi O.G.M., il mais Monsanto. Il decreto, prima della nuova direttiva Ue sugli Ogm che rimanda agli Stati membri il diritto di limitare o vietare le coltivazioni di Ogm, aveva prorogato per 18 mesi il divieto del 12 luglio 2013.
Il 6 febbraio 2015, il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso di un agricoltore friulano, Giorgio Fidenato, sostenitore delle colture di mais geneticamente modificato (Monsanto), che chiedeva il permesso di utilizzare questo tipo di sementi.
Nello stesso anno inizia la ricerca dell'Universita' di Pisa sugli OGM
Con il Programma regionale di sviluppo 2016-2020, la Regione Toscana con Bayer ha inteso sviluppare la competitività del proprio sistema per la ricerca e dei sistemi produttivi, e sostenere la capacità di creare sinergie tra il Servizio sanitario, le Università, i centri di ricerca e le imprese del settore, anche attraverso l'implementazione delle attività del Distretto tecnologico Scienze della vita.
A settembre 2016 Bayer compra Monsanto per aprirsi il mercato europeo all'OGM. Ma nel 2017 l'Europa ferma temporaneamente la fusione per problemi di antitrust
A giugno 2017 viene inviata la ricerca a Scientific Reports
A Settembre 2017 la Corte di giustizia europea decide a favore del ricorso di Fidenato-mais Monsanto e pronuncia una sentenza in cui viene censurato come ingiustificato il divieto di coltivazione sancito dal decreto interministeriale del 12 luglio 2013 (nostro art. ENVIRONMENT THANK'S MR FIDENATO bit.ly/2y8AH5j)
DAL SITO DELLA BAYER ITALIA
Il 15 Gennaio 2018 viene siglato un protocollo bilaterale per la realizzazione e lo sviluppo di una rete coordinata e integrata di strutture e competenze scientifiche per la ricerca nel settore della salute tra Regione Toscana e Bayer spa: per la Regione ha firmato l'assessore al diritto alla salute, per Bayer spa il direttore divisione Pharmaceuticals Giovanni Fenu. Con la firma di questo protocollo, sono dunque ora quindici le aziende farmaceutiche partner del progetto avviato nel 2006 dalla Regione Toscana (delibera di giunta 788/2006), con l'obiettivo di costruire sinergie con il mondo dell'impresa, finalizzate a promuovere e ottimizzare la qualità delle sperimentazioni cliniche svolte nelle strutture del sistema sanitario regionale.
“Siamo orgogliosi di questa collaborazione”, commenta Giovanni Fenu, “perché riconosce il forte impegno di Bayer sul fronte della ricerca, innovazione e formazione. Ritengo che questo accordo sia una buona opportunità per continuare a promuovere occasioni di partnership con l’Amministrazione nella direzione di creare valore aggiunto per il sistema Italia, rendendolo maggiormente attrattivo e competitivo”, conclude Fenu.

Vi ricordo che Bayer ha comprato Monsanto per oltre 60 miliardi di dollari monopolizzando così i sementi e pesticidi arrivando a un mercato che copre oltre il 60 per cento del fabbisogno. (nostro articolo BAYER-MONSANTO PAURA PER LA TERRA bit.ly/2wrnW3F)

MA NESSUNO FA IL COLLEGAMENTO TOSCANA UNIVERSITA' RICERCA BAYER-MONSANTO OGM?
leggendo la delibera 788, chiedersi chi paga per esempio “Osservatorio regionale sulla sperimentazione clinica” se non le case farmaceutiche? (bit.ly/2EJNTUl)
E comunque la vera soluzione rimane sempre quella dello spreco alimentare. Non servirebbe stressare la Natura sviluppando dei veri e propri "mostri genetici" se tutti noi mangiassimo il giusto, senza gettare niente. E sopratutto del nostro paese. La salute della Terra e dei giovani e' nelle nostre mani.
leggi anche nostro articolo ECCESSI MORTALI bit.ly/2CrQJrJ

#RegioneToscana #Bayer #universita ?#OGM #mais #ricerca #madeinitaly #agricoltura
www.toscana-notizie.it/-/ricerca-nel-set...-tra-regione-e-bayer
dati.camera.it/ocd/aic.rdf/aic5_01064_15
dati.camera.it/ocd/aic.rdf/aic4_01228_16
Allegati:
Ultima modifica: 11 Mesi 1 Giorno fa da belvotte.
Registrati se vuoi partecipare alla discussione
Tempo creazione pagina: 0.312 secondi